Project

maestri del NILO

Abbandoniamo la Valle dei Re, lasciando alle nostre spalle i suoi monumenti millenari.
Il tempo passa inesorabilmente lento, come lo scorrere delle acque della madre di tutti i fiumi che bagna villaggi immersi nel verde accecante.
Ci addentriamo in un mondo parallelo dove il silenzio è interrotto dal battito di strumenti primordiali.
Qui vivono gli “artigiani del falso”, abili riproduttori di oggetti dell’era faraonica.
Artisti immensi nella loro semplicità.
Profondi conoscitori dell’antica arte. Segreti tramandati.
Il vecchio Samir è magro come un fuscello di bambù, indossa una tunica grigia, ha piccoli occhiali appoggiati sulla punta del naso, l’immancabile sigaretta che pende dalle labbra e lunghe dita scolpite. Il viso scavato dal tempo.
Le mura del suo laboratorio sono intrise di polvere finissima insinuata ovunque.
<<Ho iniziato bambino seguendo il maestro dal quale ho imparato i segreti di questo mestiere.
Oggi i ragazzi non hanno voglia di imparare e domani, quando le nostre mani saranno immobili, nessuno avrà ereditato questa meravigliosa arte.>>
Il tempo vola e i segreti si perdono nell’aria frizzante dell’altra riva del fiume.

BACKSTAGE
Mi sono sempre domandato quale realtà si nascondesse dietro a quelle migliaia di oggetti falsi dell’epoca egizia che vengono venduti fuori dai templi. Molti anni fa avevo avuto modo di entrare casualmente in contatto con i falsificatori di papiri egizi e da allora mi rimase la curiosità di conoscere quel mondo parallelo capace di riprodurre certi oggetti con tanta maestria. Siamo andati a cercarli nella valle del Nilo, a pochi passi da quei monumenti millenari che vengono visitati da fiumi di turisti ogni giorno. Ci siamo trovati di fronte a veri e propri artisti, alcuni dei quali riconosciuti a livello mondiale per le loro conoscenze in materia. Il servizio è stato realizzato nel gennaio 2009